Area Visiva

Collage fotografico
A partire dalla decostruzione di una serie di ritratti scelti dalla storia dell’arte e raggruppati a seconda del medium con cui sono stati realizzati, ne vengono costruiti di nuovi, attraverso l’utilizzo della tecnica del collage. Si è ritenuto che la tecnica dei collage fosse particolarmente adatta per essere  adottata in questo percorso didattico poichè costruire una nuova immagine a partire dal processo di scelta e assemblaggio di vari pezzi può essere vissuto e letto come metafora della costruzione della propria identità, questione centrale nell’adolescenza.

Arte e Cervello
Ricerche scientifiche sulle funzioni cerebrali e sull’elaborazione dei dati visivi hanno dimostrato che la capacità di disegnare dipende dalla possibilità di accedere all’emisfero destro, “disattivando” in certa misura quello sinistro.
Se il disegnare dipende dall’emisfero destro, significa che tutti disponiamo delle potenzialità necessarie per farlo, almeno secondo Betty Edwards, che ha elaborato un metodo per disegnare basato sulle tematiche della percezione dei contorni, dei rapporti, degli spazi e delle luci d cui si è attinto per proporre alcuni esercizi per gli alunni della classe quinta.

Il colore e il suo significato
“I colori sono un alfabeto del mondo; non solo il mare, il prato o il fuoco, ma anche i sentimenti, parole, situazioni, perfino le idee hanno dei colori.
(Claudio Magris)
Il colore è un elemento fondamentale  della grammatica visiva, che facilita la percezione della realtà e costituisce per l’artista uno strumento espressivo basilare. Che l’uomo percepisca i colori attraverso l’occhio è indubbio; ma questi possiedono, esplicano e manifestano anche altre funzioni che non sono connesse soltanto all’ambito prettamente sensoriale e visivo: secondo lo psicologo Umberto Galimberti il colore rappresenta uno dei riferimenti più significativi della lettura simbolica del mondo esteriore e interiore.
Per questo laboratorio, che fa parte del modulo didattico sul colore che si affronta in quarta con Educazione Visiva, si è scelto un percorso che tenesse conto degli aspetti simbolici e psicologici del colore arrivando  a riconoscere che il colore è un simbolo culturalizzato e quindi specifico del gruppo di appartenenza sociale che lo esprime, ma anche che alla radice dell’identità espressiva del colore vi sono dei significati remoti, legati all’esperienza dell’uomo primitivo nella natura.